White torna a Milano, tra sostenibilità e nuove aree

White Milano torna dal 22 al 25 febbraio, in piena fashion week, per presentare nelle sue tradizionali quattro location (Tortona 27 – Superstudio Più; Tortona 31 – Opificio; Tortona 35 – Hotel Nhow; Tortona 54 – ex Ansaldo) le collezioni per l’autunno/inverno 2019-20 di 514 brand, di cui 172 esteri.

Grande focus sulla sostenibilità e lo sviluppo di nuovi format espositivi, come il progetto “Give a Fok-us – Focus on the Unfocused”, (sviluppato da White con il Ministero dello Sviluppo Economico, ICE, Camera Italiana Buyer Moda e Confartigianato Imprese), che vedrà la direzione creativa di Matteo Ward, co-founder di WRÅD, brand sostenibile premiato al Green Carpet Award di CNMI. Il progetto intende esplorare il rapporto fra moda, natura e società attraverso una dimensione emozionale e interattiva, dove il visitatore potrà mettere a fuoco ciò che è ancora “unfocused”, nell’ambito della sostenibilità, dell’innovazione, della tracciabilità del prodotto e dell’economia circolare.

Tra le novità di questa edizione, l’area “Knit Lab” in Tortona 27, dedicata al mondo della maglieria, che vedrà la presenza del knitwear d’avanguardia del brand i-am-chen, fondato a Honk Kong dalla designer Zhi Chen nel 2017 e arrivato finalista all’International Woolmark Prize 2018/2019. E ancora “Lounge Sphere”, un’area dedicata all’homewear in cui i visitatori potranno scoprire collezioni loungewear e lingerie insieme a proposte beauty.

Lo special guest di questa stagione sarà Strateas Carlucci, brand australiano che prende il nome dai suoi fondatori Peter Strateas e Mario-Luca Carlucci, caratterizzato da un’identità stilistica molto forte, che combina elementi opposti, come sportswear e tailoring.

Prosegue “White Studio” (Tortona 54), l’iniziativa dedicata a giovani stilisti emergenti italiani, abbinati ai top retailer del nostro Paese, che ne diventano “ambassador” per farli conoscere ai lori clienti tramite gli store fisici e online. Continua anche la collaborazione con Vogue Italia per il progetto #Shareable, inaugurato nell’edizione di settembre 2018, che offre a un selezionato numero di marchi l’opportunità di usufruire di un modo inedito e innovativo di comunicare, sia online tramite contenuti foto e video, sia offline, in salone, grazie alla cura creativa dello spazio espositivo.

Infine, nella sezione “Basement”, i buyer potranno visionare le creazioni di alcuni tra i designer più interessanti dell’Estonia, come August, Guild, Kristel Kuslapuu, Liisa Soolepp e Triinu Pungits. Nelle Special Area, marchi come Parcoats Florence, brand di outerwearprodotto da Giovanni Allegri e con la direzione creativa di Simone Guidarelli e di Masha Brigatti, e House of Mua Mua che, partendo dalle bamboline all’uncinetto che hanno conquistato anche Karl Lagerfeld, è diventato un vero e proprio brand che spazia dalla maglieria al denim, dalle gonne alle borse e agli accessori.

Condividi questo articolo!

VINCENZO MAIORANO
VINCENZO MAIORANO

Fashion Creator

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: